.
.

Sfondo immagine

Dilatazione termica dell'acqua dei mari

+ °C + cm
0 0
0,05 3,79
0,10 7,59
0,15 11,38
0,20 15,18
0,25 18,97
0,30 22,76
0,35 26,56
0,40 30,35
0,45 34,15
0,50 37,94
0,55 41,73
0,60 45,53
0,65 49,32
0,70 53,12
0,75 56,91
0,80 60,70
0,85 64,50
0,90 68,29
0,95 72,09
1,00 75,88

Aumentando la temperatura, l'acqua si espande o si contrae in base all'intervallo di temperatura.

Aumentando la temperatura da 0 a 4 °C l'acqua diminuisce di volume; oltre i 4°C fino a 100 °C l'acqua aumenta di volume di 0,0002 parti per ogni grado centigrado.

Nell'ultimo secolo si stima che ci sia stato un aumento di 0,5 °C, di cui 0,25°C imputabili all'aumento di concentrazione di CO2. Conoscendo che la profondità media degli oceani è di -3794 m e conoscendo la dilatazione termica dell'acqua, possiamo stimare l'aumento del livello del mare dovuto soltanto alla dilatazione termica.

Si dice che, se si continua così fino al 2100 la temperatura potrebbe aumentare di 1.50 °C.

Io mi chiedo: ma dove troveremo i combustibili fossili da bruciare fino al 2100, visto che è prevista la loro fine molto tempo prima?

E se anche la temperatura aumentasse di 1°C non causerà certo l'estinzione dell'uomo!

Visto l'aumento di 0.25 °C dovuto alla CO2, il livello del mare si è alzato di: 19 cm in un secolo.

Aumento livello dei mari per scioglimento ghiacciai

Per sapere di quanto aumenta il livello degli oceani a causa dello scioglimento dei ghiacciai, bisogna sapere quanto ghiaccio c'è e quanto si pensa se ne potrebbe sciogliere.

Acqua ghiacciati ce ne 55 volte di meno di quella degli oceani, questo vuol dire che se si sciogliessero completamente, il livello del mare salirebbe di 3794 m / 55 = 69 m; di cui:

  • 61 m dovuti al ghiaccio in Antartide;
  • 7 m dovuti al ghiaccio in Groellandia.

Siccome la temperatura in Antartide, anche d'estate, non super i -29°C, questo vuol dire che, se anche ci fosse un aumento di temperatura di qualche grado, sarebbe ininfluente, perché non riuscirebbe a scigliere i ghiacci.

Il ghiaccio che si scioglie d'estate nel polo Nord (che ha temperature che d'estate superano i zero gradi), si forma nel polo Sud.

Lo sciogliemnto stagionale non influisce sul livello del mare.

Circolazione termoalina oceanica

L'ultima glaciazione è finita 12 700 anni fa (ora più, ora meno :-) ).

Circa 8 200 anni fa ci fu un rapidissimo crollo delle temperature (7 °C in 3 anni e non pochi decimi di grado in un secolo) che causò un freddo intenso nell'Europa settentrionale e in Siberia, ma carenza di piogge in Africa e in Asia meriodinale.

La causa di tutto questo, fu il rallentamento della circolazione termoalina globale oceanica, la quale non permetteva uno scambio efficiente di calore tra le parti equatoriali e quelle polari.

Si pensa che la causa di questo rallentamento é stata una notevole quantità di acqua dolce che si riversò nell'oceano atlantico nella zona compresa tra il Canada e gli USA.

Uno studio del Pentagono ha descritto cosa potrebbe succedere se si verificasse ai giorni nostri:
guerre, carestie, malattie, esodi, tracollo demografico ecc.

Fortunatamente, oggi non ci sono più le condizioni per potersi riverificare (grandi masse di acqua dolce) ed é tenuto sotto stretto controllo.